Cameron Diaz crede di aver inconsapevolmente lavorato come corriera della droga

0

Cameron Diaz ha rivelato che potrebbe aver involontariamente lavorato come “mulo della droga” prima di diventare famosa a Hollywood.

L’attrice There’s Something About Mary ha iniziato la sua carriera come modella da catalogo e ha trascorso un po’ di tempo a lavorare a Parigi.

Riflettendo sul periodo in un’intervista con Hillary Kerr per il podcast di Second Life, Cameron ha ricordato come abbia il sospetto di essere stata inconsapevolmente coinvolta in attività illegali a un certo punto.

“Non ho lavorato un giorno a Parigi. Sono stato lì un anno intero e non ho lavorato un giorno. Non potevo prenotare un lavoro per salvarmi la vita. un lavoro, ma in realtà penso di essere stata come un mulo che trasporta droga in Marocco – lo giuro su Dio”, ha detto.

Cameron ha continuato descrivendo come è stata fermata in un aeroporto in Marocco e le ha chiesto di una valigia chiusa a chiave che conteneva i suoi “costumi” – ed è stato allora che ha iniziato a farsi prendere dal panico.

“(ho pensato), ‘Che cao c’è in quella valigia?’ Sono come questa ragazza bionda con gli occhi azzurri in Marocco, sono gli anni ’90, indosso jeans strappati e stivali con la zeppa e i miei capelli sciolti. Dico, ‘Questo è davvero pericoloso'”, il 49- anno continuato. “Quello è stato il mio unico lavoro che abbia mai avuto a Parigi.”

Subito dopo, Cameron ha ottenuto una parte in The Mask del 1994 al fianco di Jim Carrey e ha continuato ad apparire in film come Il matrimonio del mio migliore amico e Charlie’s Angels.

L’attrice è pronta a fare il suo ritorno al cinema dopo otto anni di assenza dal grande schermo al fianco di Jamie Foxx nel giustamente intitolato Back in Action.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.