James Cameron teme che il sequel di Avatar possa fallire al botteghino

0

James Cameron non è sicuro che ‘Avatar: La via dell’acqua’ avrà successo al botteghino.

Il regista 67enne ha diretto il tanto atteso sequel del 2009 epico di fantascienza – il film con il maggior incasso di tutti i tempi – ma dice che non ci sono garanzie che sarà un successo nei cinema.

James ha detto alla rivista Empire: “Se avessimo fatto il 20% o 30 per cento in meno perché il mercato semplicemente non esiste più, sarebbe un male.

“I troll ce l’hanno che nessuno dà pere non riescono a ricordare i personaggi’ nomi o una dannata cosa successa nel film… Poi vedono di nuovo il film e dicono: ‘Oh ok, scusami, lasciami stare zitto adesso.’ Quindi non sono preoccupato per questo.”

Il regista di “Titanic” ha rivelato che il nuovo film avrà una lunga durata, ma dice che non vuole che il pubblico “si lamenti” quando trascorrono ore a guardare la televisione.

James ha detto: “Non voglio che nessuno si lamenti della lunghezza quando si siedono a guardare la televisione per otto ore… Riesco quasi a scrivere questo parte della recensione. ‘Il film di tre ore agonizzante…’ È come, dammi una fottuta pausa. Ho visto i miei figli sedersi e fare cinque episodi di un’ora di seguito.”

Il regista ha anche suggerito ai fan di rispondere alla chiamata della natura anche se ciò significa perdere parte del film epico.

Cameron ha detto: “Ecco il grande cambio di paradigma sociale che deve avvenire: va bene alzarsi e andare a fare pipì”.

Il regista ha spiegato di essersi chiesto se fare un sequel di ‘Avatar’ era la cosa giusta da fare.

Ha detto: “Ho dovuto pensare a lungo e intensamente se volevo anche fare un altro film ‘Avatar’, perché era una specie di il nostro da perdere.

“Quando hai fatto qualcosa che è stato così trascendente in termini di successo, vuoi davvero provare a farlo di nuovo? C’è molta pressione su questo. I ci ho pensato per due anni buoni prima di concludere un accordo.”

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.