Dragon Ball Super capitolo 97 – Inizia il Torneo del Potere!

0

La puntata numero 97 di Dragon Ball Super finalmente dà il via all’attesissimo Torneo del Potere. Gli Universi finalmente lottano per la salvezza.

I combattenti di tutti gli Universi si preparano dallo scorso febbraio per il maggior avvenimento di lotta di tutti i tempi. E il giorno finalmente è giunto.

Il Torneo Del Potere è iniziato e pare che non ci deluderà. Il capitolo 97 di Dragon Ball Super probabilmente è uno dei più interessanti finora visti in questa saga ed è pieno zeppo d’azione.

Dragon Ball Super

DRAGONBALL SUPER Set Completo 5 FIGURE Collezione BATTLE FIGURES SERIES 01 Bandai Gashapon ORIGINALI

by DRAGON BALL Bandai [DRAGON BALL Bandai]
Rank/Rating: 13542/-
Price: EUR 39,90

A febbraio è iniziata la saga Universe Survival in Dragon Ball Super, ma il giorno è finalmente giunto. Dopo un attesa di 5 mesi, il Torneo del Potere è iniziato e non delude.

Ma prima che il Torneo Del Potere abbia inizio, il Grande Sacerdote si occupa di ripetere ancora una volta le regole del torneo. Il tempo totale di durata del torneo è di 48 minuti. Quei 48 minuti di torneo possono valere una vita intera, quindi state tranquilli, siamo abbastanza sicuri che non si svolgerà in un solo capitolo.

Per eliminare un rivale è necessario mandarlo fuori dal ring. Anche se l’avversario sarà svenuto a terra, occorrerà lanciarlo fuori dal ring per eliminarlo. Non sono permesse armi e non è nemmeno permesso uccidere. Non è permesso volare a meno che un combattente non abbia le ali. Infine, non è permesso nessun tipo di cura come i Senzu o i poteri di guarigione che Piccolo possiede.

Tutto il mondo è entusiasta dell’inizio dei combattimenti. Gohan vuole che l’Universo 7 combatta unito, in questo modo avranno maggiori possibilità di vittoria. A Vegeta e Freezer l’idea non convince. Bills è contrariato che nessuno ascolti il piano di Gohan. D’altra parte, Kale pare essere l’unica combattente che si mostra spaventata. Caulifla le dice di non preoccuparsi, dato che può contare sulla trasformazione in stile Broly.

Mentre questo accade, il combattimento ha inizio e la maggior parte dei combattenti cominciano a stabilire che avversari desiderano affrontare. In realtà sono così tanti che non tutti hanno combattuto. Combattenti come Jiren, Caulifa, Kale e Cabba non hanno affrontato nessuno in questo capitolo di Dragon Ball Super. Ma appare già chiaro che avranno un enorme peso più avanti.

Come c’era da aspettarsi, il piano di Gohan fallisce e la maggior parte dei componenti del suo gruppo iniziano a girare liberamente. Gli unici rimasti al suo fianco sono Piccolo, Tenshinhan, il Maestro Roshi e Crilin. Tutti gli altri si mostrano troppo impazienti per mantenere la formazioni. Goku vuole affrontare Toppo e Jiren, ma finisce col distrarsi con un altro personaggio.

La prima grande minaccia del torneo sembra essere uno dei robot dell’Universo 3. Usa una tecnica con cui è in grado di colpire molti combattenti contemporaneamente. Ma il piano del robot fallisce quando Hit e Basil lo mettono fuori uso.

Forse Basil è stato il personaggio di maggiore spicco in questo primo capitolo dato che non solo ha messo fuori uso questo robot, ma ha anche cacciato fuori dal ring il primo avversario. Si tratta di un personaggio dell’Universo 10 con il potere di volare, ma che cade fuori dal ring dimenticandosene. Per fortuna, nel cadere non muore, ma viene invece automaticamente trasportata sugli spalti. Così i combattenti eliminati diventano spettatori e passano a tifare per i propri compagni. I Zeno invece hanno un grande gadget simile a un tablet su cui seguono i combattimenti e segnano i concorrenti eliminati.

Basil allora affronta un altro combattente dell’Universo 10, ma in questo caso il combattente è più forte di quanto sembri e possiede una tecnica che gli permette di rimanere nel ring. Il gruppo di Gohan subisce un agguato e cerca di difendersi mentre Vegeta, Goku, Freezer, C-17 e C-18 combattono per conto proprio.

Il fatto di maggior rilievo è stato che Goku ha rischiato di venire eliminato. Un combattente di colore verde e di nome Nink lo strozza e lo minaccia di lanciarsi fuori dal ring insieme a lui. In questo modo Goku sarebbe stato eliminato prestissimo, e in questo modo il combattente più potente dell’Universo 7 sarebbe stato neutralizzato. Il piano era sul punto di riuscire, ma Goku diventa Super Sayan Blue e Nink viene scaraventato fuori dal ring. E così finisce questa puntata di Dragon Ball Super.

Commenta!