James Brolin aveva “paura” di essere davanti alla telecamera per 60 anni

0

James Brolin dice che gli ci sono voluti “quasi 50, 60 anni” per sentirsi a proprio agio davanti alla telecamera.

L’81enne leggenda della recitazione e del cinema – che è entrato nel mondo del cinema dopo essere caduto nella pubblicità – potrebbe avere una stella sulla Hollywood Walk of Fame e due Golden Globe e un Emmy al suo nome, ma ciò non significa che sia sempre stato sicuro di essere filmato.

Parlando con Collider, ha detto: “Uno dei modi in cui sono tornato accidentalmente nel business, anche se ero affascinato dal affari e sono stato direttore della fotografia e regista, regista da quando avevo 15 anni, avevo 18 anni e stavo camminando per strada e qualcuno mi ha fermato e mi ha detto: ‘Scusa, posso parlarti?’ E ha detto: ‘Ti interesserebbe essere in una pubblicità?’ E ho detto: ‘Cosa dovrei fare?’ E loro hanno detto: ‘Beh, tutto quello che devi fare è vestirti da giovane cowboy e guidare questo camion.’ E io ho detto: ‘Non dovrei parlare, vero?’ E loro hanno detto: ‘No! Silenzio.’ ‘Che cosa paga? ‘$ 400.’

‘Oh, accetterò quel lavoro!’ Quindi è stato con BBDO, la più grande azienda negli Stati Uniti che ha fatto quelle cose. Ho fatto due Dodge, ho fatto uno spot pubblicitario di Gallo Wine e all’improvviso ho avuto una tessera della Screen Actors Guild, e questo significava che dovevo essere dall’altra parte della telecamera, il lato dell’obiettivo, il che mi spaventava a morte. Così sono andato avanti e sono andato a scuola. Ho cercato di liberarmi di questa sensazione e l’ho quasi provata 50, 60 anni dopo.”

L’ultimo concerto di Brolin è la voce di Zurg in “Anno della luce” della Pixar, la sua prima recitazione in assoluto ruolo in un’animazione.

L’offerta è venuta dal retro della sua narrazione della serie Netflix ‘Sweet Tooth’.

La leggenda di Hollywood – che è sposata con Barbra Streisand ed è il padre dell’attore Josh Brolin – ha dichiarato: “Mi è stato assegnato da un amico di narrare una serie, otto episodi. E quelli erano Robert Downey Jr. e sua moglie Susan. La serie è diventata un numero uno mondiale in streaming per un mese e per questo motivo, la Pixar si è accorta di me e all’improvviso ha detto: ‘Ok, sì. Questo è quello che fa per vivere,’ e io sono la scelta della settimana! La voce della settimana! Dopo tutti quegli anni.”

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.