L’ex sviluppatore di Retro Studios commenta le difficoltà di Metroid Prime 2 e 3 e Project X

0

Vi presentiamo una nuova compilation relativa a uno dei franchise più amati dai fan di Nintendo. Si tratta proprio di Metroid.

Secondo noi, il podcast Kiwi Talkz ha recentemente avuto l’opportunità di intervistare l’ex sviluppatore di Retro, Paul Tozour, per parlare di Metroid Prime 2 e 3 e del Project X che non è mai stato rilasciato. Questi sono i dettagli confermati dallo sviluppatore:

  • Quasi tutte le battaglie con i boss completate e inviate a Nintendo hanno dovuto essere modificate in Metroid Prime 2 e 3
  • La battaglia finale con Dark Samus alla fine di Metroid Prime 2 è stata rifatta due volte
  • Kensuke Tanabe (produttore) originariamente voleva che Dark Samus volasse a decine, ma ciò ha causato problemi di prestazioni
  • Retro ha mostrato a Nintendo ciò su cui stava lavorando e Nintendo ha chiesto importanti modifiche
  • Diversi sviluppatori di Retro erano fan di Halo, questo gioco influenzò Metroid Prime 3
  • Questi sviluppatori dovettero confrontarsi con Tanabe, poiché a lui non interessava Halo
  • La prima battaglia contro il boss di Metroid Prime 2 con Dark Samus fu il tentativo di Retro di realizzare uno scontro con il boss simile a quello di un tipico sparatutto in prima persona occidentale
  • Il Project X aveva lo scopo di dimostrare a Nintendo che non aveva bisogno della sua supervisione, ma alla fine Retro ha cancellato questo progetto

Cosa ne pensate? Sentitevi liberi di condividere la vostra opinione nei commenti.

Fonte.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.