Universal spiega perché l’AR è così diffusa nel Super Nintendo World

0

Una delle cose che ci ha sorpreso di Super Nintendo World quando abbiamo iniziato a conoscere i suoi primi dettagli è che l’uso della Realtà Aumentata sarebbe stato molto presente. Ora siamo stati in grado di scoprire di cosa si tratta.

In un recente incontro con Theme Park Insider, Tom Geraghty e Thierry Coup di Universal Creative hanno condiviso alcune parole sul processo di sviluppo e sul perché hanno deciso di implementare la AR per attrazioni come Mario Kart: Koopa’s Challenge. Ecco cosa avevano da dire:

Tom: Una delle prime cose che ci siamo chiesti è stata: quali sono le aspettative chiave dei nostri ospiti? Vogliono colpire un blocco; vogliono guidare un go-kart; vogliono incontrare Mario e Peach; vogliono mangiare al Kinopio’s Cafe. Quando la gente va in un parco a tema come questo, ci sono alcune cose chiave da toccare per essere sicuri di intrattenerli nel modo in cui si aspettano, e poi bisogna deliziarli andando oltre. Cosa può fare la tecnologia? La mia creatività può andare oltre?

Miyamoto-san aveva idee più grandi di quelle che Switch poteva offrire, quindi sembrava che non potessero essere rilasciate sulla console. Ma poi ha sfidato i tecnici ad inventarle, e penso che sia stato lo stesso con le idee creative e la tecnologia [en Super Nintendo World]. Possiamo rendere l’AR più ampia? Possiamo approfondire il campo visivo? Così possiamo offrire qualcosa di diverso, che è la proprietà del videogioco e un’interattività molto profonda, e poi ci sono le basi – penso che abbiamo progettato una delle migliori esperienze di parco a tema rimanendo in cima a queste aspettative chiave.

Bisogna anche essere flessibili, perché la realtà aumentata non durerà tanto quanto la maggior parte delle nostre esperienze di veicoli di 15-20 anni. Sappiamo che l’AR andrà avanti ed entrerà nelle case, e dobbiamo continuare a superarlo, quindi abbiamo piani per migliorare la tecnologia per sostenere la creatività che possiamo migliorare, in modo che possa essere così.

Thierry: Abbiamo pensato che l’AR sarebbe stata la tecnologia perfetta per questo. Vuoi andare vicino agli oggetti di Mario Kart. Si vogliono ottenere delle cose; si vogliono vedere i personaggi che ti volano addosso, e certe cose che non si potrebbero fare con lo stereo o il 3D o qualsiasi altro tipo di proiezione. Doveva essere AR, e siamo andati a vedere cosa c’era sul mercato. Non c’era niente di simile.

Abbiamo fatto un test per provarlo ai nostri capi. Siamo andati al Cat in the Hat alla Universal’s Islands of Adventure, e abbiamo messo un paio di visori AR al signor Tom Williams, il nostro presidente, per mostrargli cosa stavamo cercando di fare, e ci siamo riusciti. Gli è piaciuto molto. E lui ha detto sinceramente di andare avanti e farlo, sapendo che non era del tutto pronto. Ma lui ha creduto in noi, e questa è la cosa straordinaria della Universal.

Cosa ne pensi? Sentitevi liberi di lasciarlo nei commenti.

Fuente.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.