Austin Butler è stato ricoverato in ospedale il giorno dopo aver avvolto Elvis

0

Il corpo di Austin Butler ha iniziato a “spegnersi” il giorno dopo aver completato le riprese di Elvis.

L’attore ha rivelato in un’intervista di copertina per la rivista britannica GQ di aver dato così tanto di sé al suo ritratto di Elvis Presley che il suo corpo si è ribellato subito dopo la conclusione del film biografico di Baz Luhrmann nel marzo 2021.

“Il giorno dopo mi sono svegliato alle quattro del mattino con un dolore lancinante e sono stato portato d’urgenza in ospedale, “ha condiviso, prima di rivelare di essere stato costretto a letto per una settimana e gli è stato diagnosticato un virus che simula l’appendicite. “Il mio corpo ha appena iniziato a spegnersi il giorno dopo aver finito Elvis.”

Durante l’intervista, il 30enne ha ammesso di aver lottato per scrollarsi di dosso Elvis e tornare ad Austin una volta terminate le riprese fatto, anche quando ha iniziato a girare la nuova serie Masters of the Air a Londra subito dopo essersi ripreso dall’emergenza medica.

“Puoi perdere il contatto con chi sei veramente. E l’ho sicuramente avuto quando ho finito Elvis – non sapendo chi fossi”, ha detto, aggiungendo in seguito: “La mia famiglia ha detto che non l’avevo fatto. Suono più come me.”

Ha anche continuato a pensare alla rockstar mentre veniva messo in un campo di addestramento in preparazione per la miniserie della Seconda Guerra Mondiale.

“Ero tipo, ‘Questo è ciò che ha provato Elvis quando è stato messo nell’esercito'”, ha spiegato. “Sai, l’esibizione, il glamour e l’ascolto di fan che urlano, e poi all’improvviso sei semplicemente vestito come tutti gli altri con quelle tute”.

Il regista Cary Joji Fukunaga ha confermato che Austin non si era scrollato di dosso il suo ruolo passato quando si è unito alla produzione, dicendo: “Ero consapevole quando si è presentato, era ancora molto Elvis.”

Elvis è stato presentato in anteprima al Festival di Cannes mercoledì sera.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.