Microsoft conferma di non aver mai realizzato profitti sulla vendita di console Xbox

0

La prova di Epic Games contro Apple continua a far emergere interessanti bocconcini di informazioni sul funzionamento interno dell’industria dei giochi, e l’ultima è che Microsoft non ha mai realizzato profitti dalla vendita di hardware per console. Questa potrebbe non essere la notizia più sorprendente di tutti i tempi, dato che le console nel settore dei giochi sono state tradizionalmente vendute in perdita, ma raramente le aziende lo ammettono ad alta voce.

Cast di notizie Eurogamer: le ‘economie metaverse’ sono il futuro dei videogiochi?

Il vicepresidente di Xbox Lori Wright è stata chiamata come testimone di terze parti per il processo, dove le sono state poste domande sul mercato delle console. In risposta a una domanda dell’avvocato di Epic Wes Earnhardt chiedendo “quanto margine” Microsoft guadagna sulla vendita di console Xbox, Wright ha detto: “Non lo facciamo. Vendiamo le console in perdita”. Alla domanda se Microsoft abbia mai realizzato un profitto sulla vendita di una console Xbox, Wright ha risposto: “no” (tramite il protocollo ).

Questo segue il modello di business della console tradizionale, ovviamente, che consiste nel vendere hardware in perdita mentre si guadagna con la vendita di giochi (o servizi in abbonamento come Xbox Game Pass, nel caso di Microsoft ). L’analista senior di Niko Partners Daniel Ahmad ha approfondito questo aspetto in un thread Twitter , sottolineando che questo modello di business ha svolto un ruolo più importante negli anni ’90 e all’inizio degli anni 2000, ma che PS5 e Xbox Series X / S sono attualmente vendute in perdita. Nintendo è “un po ‘un valore anomalo”, con lo Switch “costruito per essere redditizio al più presto”. Ahmad ha anche notato che la PS4 è stata probabilmente la prima console Sony a “capovolgere” il modello hardware tradizionale. “Mentre Sony ha tagliato in modo aggressivo il prezzo della PS2, ad esempio, fino a $ 99, la PS4 ha mantenuto un prezzo di $ 299 per diversi anni ed è stata redditizia”, ​​ha aggiunto Ahmad.

– Daniel Ahmad (@ZhugeEX) 5 maggio 2021

Il motivo per cui Epic stava discutendo della redditività di Xbox era per stabilire che il mercato delle console di gioco è significativamente diverso da quello dei dispositivi mobili mercato, giustificando così la divisione delle entrate 70-30 su Xbox e PlayStation a causa del modo in cui i produttori di console realizzano un profitto. Epic ha affermato che il taglio del 30% da parte di Apple delle microtransazioni in-game è “anticoncorrenziale” e monopolistico, mentre Apple sostiene che le sue commissioni sono in linea con altre piattaforme come Steam, Google Play e Xbox e PlayStation Store. Il processo continuerà per molte altre settimane, ma ha già portato alla luce informazioni affascinanti sul settore in generale, come le politiche sulle commissioni cross-play di Sony .

Leggi di più

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.