HomeFilmSarah, duchessa di York, ricorda di essere stata "arrestata" alla festa con...

Sarah, duchessa di York, ricorda di essere stata “arrestata” alla festa con la principessa Diana

NOTIZIA

14 marzo 2023

Edicola

Sarah, duchessa di York, ha ricordato come una volta lei e la principessa Diana furono “arrestate” a una festa di addio al nubilato.

Durante un’apparizione al The Kelly Clarkson Show di martedì, la reale britannica ha raccontato come lei e Diana hanno deciso di vestirsi da agenti di polizia per il suo “addio al nubilato” prima del suo matrimonio con l’attuale ex marito, il principe Andrew, nel 1986.

“È stato straordinario, perché siamo andati in una discoteca, ovviamente, vai in una discoteca con la Principessa del Galles, poi la Principessa del Galles”, ha sorriso, ricordando come il personale del bar non fosse impressionato dai loro costumi. “(Diana) era molto brava nel suo costume. Ci siamo seduti e il cameriere è venuto da noi e ha detto: ‘Mi scusi, questo è un club per membri ed è per divertimento e qui non serviamo agenti di polizia.’ “

Dopo aver lasciato il locale, Sarah – conosciuta anche come Fergie – ha affermato che lei e Diana sono state “arrestate” dalla polizia dei parchi per “aver impersonato” agenti e gettate nel retro del furgone.

“Siamo stati poi arrestati… andiamo nel retro del furgone”, ha continuato il 63enne, aggiungendo che Diana è stata veloce a individuare alcune “patatine al gusto di pancetta affumicata” e “ha iniziato a prenderle e mangiarle”.

Dopo aver realizzato chi c’era nel furgone, gli agenti si sono affrettati a lasciare andare Sarah e Diana.

Altrove, Fergie ha insistito sul fatto che non “le manca” la sua defunta amica, morta in un incidente d’auto all’età di 36 anni nel 1997, poiché “è con me tutto il giorno”.

“Lei ed io abbiamo riso molto… ci siamo messi molto nei guai”, ha scherzato. “(Diana) mi raccontava la storia peggiore, la storia di barzellette, poco prima che dovessi essere serio.”

RELATED ARTICLES

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.