Sam Neill incolpa Steven Spielberg per lo strano accento in Jurassic Park

0

Sam Neill ha incolpato Steven Spielberg per il suo insolito accento nel film di successo del 1993 Jurassic Park.

L’attore neozelandese ha interpretato il paleontologo Dr. Alan Grant nel film d’azione di fantascienza, ma è stato spesso criticato per la sua voce ibrida.

Tuttavia, in una nuova intervista insieme ai suoi co-protagonisti originali Laura Dern e Jeff Goldblum per Vanity Fair, Neill ha affermato che il regista Spielberg gli ha chiesto di smettere di usare un accento americano all’inizio delle riprese.

“È venuto da me a metà giornata e mi ha detto: ‘Ehi, Sam, conosci l’accento di cui stavamo parlando?’ Ho detto: ‘Sì, ci sto lavorando da quattro settimane…’ Ha detto: ‘Non preoccuparti, usa la tua stessa voce'”, ha ricordato il 74enne. “Ho detto, ‘È fantastico, Steven, grazie mille.’ E poi quattro giorni dopo, è venuto da me e mi ha detto: ‘Sai quella voce che stai usando ora?’ Ho detto: ‘Sì, la mia voce?’ Ha detto: ‘Da qualche parte nel mezzo.'”

Neill ha continuato descrivendo come sia stato un “incubo” trovare il giusto equilibrio.

“Quindi è per questo che ricevo molte critiche fino ad oggi: l’accento americano di Sam Neill in Jurassic Park era un carico di cacca di T. rex”, ha aggiunto Neill, mentre Dern ha insistito che andava bene: “Dai ai fan tutto ciò che vogliono. Un po’ di te, un po’ americano”.

Jurassic World Dominion, il sesto capitolo della serie, arriverà nei cinema a giugno.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.