Helen Mirren è triste che non potrà mai più lavorare con Roger Michell

0

Helen Mirren si sente “così triste” che non avrà mai più l’opportunità di lavorare con il defunto regista Roger Michell.

Prima della sua morte nel settembre 2021, il regista di Notting Hill ha presentato in anteprima quello che sarebbe finito per essere il suo ultimo film, The Duke, una commedia drammatica con Mirren e Jim Broadbent.

In un’intervista a Vogue.com, l’attrice britannica ha espresso la sua tristezza per averlo perso così presto dopo aver lavorato con lui.

“È stata una tragedia così devastante per tutti noi, la perdita di Roger, e una grande tristezza per l’industria cinematografica britannica”, ha condiviso. “Aveva fatto film così iconici. Aveva un tocco di luce così meraviglioso e questo film è davvero una manifestazione del suo tocco, del suo ingegno e della sua regia magistrale. E personalmente, sono così triste di averlo perso non appena ho avuto modo di lavorare con lui. Mi sarebbe piaciuto lavorare di nuovo con lui”.

Michell ha debuttato The Duke alla Mostra del Cinema di Venezia 2020, ma la sua ampia uscita è stata posticipata innumerevoli volte a causa della pandemia e alla fine è arrivata nelle sale del Regno Unito a febbraio. L’attrice dei Queen ha ammesso di essere anche triste per il fatto che il regista non abbia potuto sperimentare la reazione del pubblico al suo film.

“L’ha visto suonare ai festival ed è stato accolto molto bene, ma non l’ha mai sperimentato ora nel mondo esterno. E penso che sarebbe stata solo una bella esperienza per lui, perché so quanto alla gente piace il film”, ha spiegato.

The Duke racconta la storia della vita reale di un uomo britannico che ha rubato il ritratto di Goya del Duca di Wellington dalla National Gallery di Londra negli anni ’60. Ora è in programmazione nelle sale americane.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.