Meta, proprietaria di Facebook, annuncia la perdita di altri 10.000 posti di lavoro

0

Se cliccate su un link ed effettuate un acquisto, potremmo ricevere una piccola commissione. Leggi la nostra politica editoriale.

“Sarà dura e non c’è modo di evitarlo”

Meta, proprietaria di Facebook e produttrice delle cuffie Meta Quest VR, taglierà altri 10.000 posti di lavoro quest’anno e chiuderà circa 5.000 posizioni aperte, nell’ambito di un “anno di efficienza”.

Questi tagli si aggiungono a alle precedenti perdite di 10.000 posti di lavoro annunciate nel novembre dello scorso anno, che equivaleva a una perdita del 13% di tutti i dipendenti Meta a livello globale.

Annunciando pubblicamente le modifiche tramite il suo Facebook mark Zuckerberg, capo di Meta, ha dato la colpa all’aumento dei tassi di interesse negli Stati Uniti, all’instabilità geopolitica globale e all’aumento della regolamentazione, oltre che al rallentamento delle entrate dello scorso anno, definito un “umiliante campanello d’allarme”.

Notiziario: Dove andrà Microsoft per concludere l’accordo con Activision Blizzard?

Detto questo, Zuckerburg ha sottolineato come Meta sia ancora impegnata nello sviluppo dell’intelligenza artificiale e negli esperimenti di creazione di un metaverso, oltre che nella gestione della sua popolare suite di app sociali.

“Credo che stiamo lavorando ad alcune delle tecnologie più trasformative che il nostro settore abbia mai visto”, ha scritto Zuckerberg. “Il nostro più grande investimento è quello di far progredire l’intelligenza artificiale e di inserirla in ogni nostro prodotto. Abbiamo l’infrastruttura per farlo su una scala senza precedenti e credo che le esperienze che questo permetterà di fare saranno straordinarie”.

“Il nostro lavoro di primo piano nel costruire il metaverso e nel dare forma alla prossima generazione di piattaforme informatiche rimane fondamentale anche per definire il futuro delle connessioni sociali. Le nostre applicazioni stanno crescendo e continuano a connettere quasi la metà della popolazione mondiale in modi nuovi. Questo lavoro è incredibilmente importante e la posta in gioco è alta. Il piano finanziario che abbiamo definito ci mette in condizione di portarlo a termine”

Con 5000 posti di lavoro non coperti, il team di reclutamento di Meta sarà il primo a subire tagli nell’ambito di questa ultima tornata di licenziamenti. I dipendenti dei gruppi tecnologici di Meta sapranno se il loro posto di lavoro è al sicuro in aprile, mentre i gruppi aziendali lo sapranno in maggio.

“Sarà dura e non c’è modo di evitarlo”, ha continuato Zuckerberg. “Significherà dire addio a colleghi talentuosi e appassionati che hanno fatto parte del nostro successo. Si sono dedicati alla nostra missione e sono personalmente grato per tutti i loro sforzi. Sosterremo le persone negli stessi modi in cui abbiamo fatto finora e tratteremo tutti con la gratitudine che meritano”

Negli ultimi mesi anche molte altre aziende tecnologiche hanno annunciato profondi tagli di posti di lavoro 10.000 dipendenti in uscita da Microsoft così come 12.000 a Google.

Per saperne di più

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.