Daniel Radcliffe è “drammaticamente annoiato di ascoltare le opinioni delle persone” sullo schiaffo degli Oscar

0

Daniel Radcliffe non vuole esprimere la sua opinione sullo schiaffo degli Oscar di Will Smith perché è “già drammaticamente annoiato” della conservazione.

L’attore di Harry Potter è apparso giovedì in Good Morning Britain per promuovere il suo nuovo film The Lost City e gli è stato chiesto la sua opinione su Smith che ha schiaffeggiato il presentatore Chris Rock durante gli Oscar dopo aver fatto una battuta su sua moglie Jada Pinkett Smith.

E la star britannica ha rifiutato di aggiungere la sua opinione al mix, dicendo alla co-conduttrice Susanna Reid: “Sono già così drammaticamente annoiata di sentire le opinioni delle persone al riguardo che semplicemente non lo faccio Voglio essere un’altra opinione che si aggiunge ad essa.”

Tuttavia, ha ricordato di aver partecipato a cerimonie di premiazione in cui un ospite ha fatto una battuta a sue spese.

“Quando parli di cose da bambino non sei mai abbastanza sicuro se lo scherzo è con te o se sei il bersaglio dello scherzo”, ha detto Radcliffe. “Quindi hai una sorta di modalità di dire semplicemente ‘Continuerò a sorridere e ridere e forse finirà presto.'”

Anche se non voleva dare il suo contributo Sulla controversia, il regista spagnolo Pedro Almodóvar non ha esitato nel suo diario degli Oscar per IndieWire, pubblicato mercoledì.

“Ero molto vicino ai protagonisti. Quello che ho visto e sentito ha prodotto in me una sensazione di assoluto rifiuto. Non solo durante l’episodio, ma anche dopo, nell’accettazione (Miglior attore di Smith) discorso – un discorso che sembrava più quello di un leader di una setta. Non difendi o proteggi la famiglia con i pugni e no, il diavolo non sfrutta i momenti chiave per fare il suo lavoro”, ha scritto.

Nel suo discorso, Smith si è scusato per le sue azioni e ha detto che Denzel Washington gli ha detto che il diavolo arriva nel momento più alto.

Rock ha rotto il silenzio sull’incidente durante uno spettacolo di cabaret mercoledì, dicendo al pubblico che stava “ancora elaborando” quello che era successo. Ha anche respinto la speculazione di aver fatto ammenda con Smith, dicendo: “Non ho parlato con nessuno nonostante quello che potresti aver sentito”.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.