I politici statunitensi condannano i piani per il possibile pagamento di Bobby Kotick

0

Come parte dell’acquisizione di Microsoft Activision Blizzard.

Un gruppo di senatori statunitensi ha espresso preoccupazione per la possibilità di un pagamento a pioggia per il controverso capo di Activision Blizzard Bobby Kotick, come parte della proposta di acquisizione della sua azienda da parte di Microsoft.

Quattro politici, tra cui l’ex candidato presidenziale Bernie Sanders, hanno firmato una lettera alla Federal Trade Commission per metterla in guardia sulla questione, Il Wall St Journal ha riportato.

La FTC sta esaminando i dettagli dell’accordo da 68 miliardi di dollari proposto da Microsoft per acquistare Activision Blizzard, che dovrebbe essere finalizzato il prossimo anno.

La lettera sottolinea che il processo di acquisizione rischia di smorzare una spinta dei dipendenti per la responsabilità, e di minarla permettendo a Kotick di rimanere al suo posto e quindi ricevere un pagamento considerevole se lascia in buone condizioni.

“Questa mancanza di responsabilità, nonostante gli azionisti, i dipendenti e il pubblico chiedano che Kotick sia ritenuto responsabile della cultura che ha creato, sarebbe un risultato inaccettabile della proposta acquisizione di Microsoft”, si legge nella lettera.

La lettera prosegue affermando che qualsiasi accordo che abbia un impatto negativo sui lavoratori dovrebbe essere osteggiato dalla FTC.

In risposta, un portavoce di Activision ha detto che l’accordo non avrebbe avuto alcun impatto sui cambiamenti messi in atto in risposta alla raffica di rapporti dello scorso anno che accusavano di molestie sessuali e cattiva condotta, e non c’erano termini speciali per Kotick nell’accordo stesso.

Ancora, gli attuali pacchetti di liquidazione di Kotick sono stabiliti – e variano selvaggiamente in base al modo in cui lascia la società. A gennaio, Business Insider ha stimato che il pagamento di Kotick potrebbe essere fino a 400 milioni di dollari se si tiene conto dei milioni di azioni della società che possiede personalmente.

All’inizio di questa settimana, un giudice degli Stati Uniti ha indicato che erano “pronti ad approvare” un accordo di 18 milioni di dollari per la causa di molestie sessuali presentata dalla Commissione per le pari opportunità di lavoro l’anno scorso, nonostante le obiezioni di altre parti.

Mentre le proteste dei dipendenti si sono calmate, Activision Blizzard rimane impantanata nella controversia. Due nuove cause sono state depositate nell’ultimo mese contenenti nuove accuse, mentre gli azionisti stanno facendo causa sui termini dell’accordo di Microsoft e sia il Dipartimento di Giustizia USA che la SEC stanno indagando su un possibile insider trading .

Read More

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.