Niantic rimborserà i partecipanti del primo Pokémon GO Fest

0

A causa di gravi inconvenienti tecnici, la prima edizione del Pokémon GO Fest tenutasi a Chicago negli Stati Uniti d’America si è rivelata un enorme fallimento, causando dei consistenti danni economici ai fan che sono confluiti da ogni parte del mondo nella città statunitense e che hanno citato in giudizio la casa videoludica. Per rimediare, Niantic ha concordato di rimborsare i partecipanti del primo evento dedicato all’applicazione gratuita ispirata ai mostriciattoli tascabili.Più di 20.000 giocatori si sono ritrovati a fronteggiare problemi di connessione ed errori di gioco, rendendo impossibile lo svolgimento dell’evento, cui biglietto di ingresso ammontava a 25$, sebbene alcuni siano stati venduti illegalmente a cifre esorbitanti poco dopo il tutto esaurito. In più, bisogna contare tutte le spese di viaggio e soggiorno degli utenti a Chicago.

Per arginare i danni, Niantic ha concordato il rimborso totale di oltre 1.500.000$ per aiutare gli utenti a ripagare le spese. Oltre al rimborso dei biglietti di ingresso, saranno rilasciati 100$ di credito all’interno di Pokémon GO, oltre che a numerosi Pokémon leggendari. Tutti coloro che hanno speso più di 100$ in trasporti, alloggio, parcheggi e così via, dovranno mostrare gli scontrini e le ricevute per ottenere un rimborso maggiore.

Cattive notizie per tutti coloro che hanno acquistato i biglietti del Pokémon GO Fest su siti non autorizzati a un prezzo maggiorato, poiché non avranno diritto a nessuna forma di risarcimento da parte di Niantic.

Nel caso in cui dovessero avanzare dei soldi dopo aver rimborsato tutti i richiedenti, questi saranno donati a delle organizzazioni no profit come la Illinois Bar Foundation e Chicago Run.

Acquista su Amazon.it

  • Pokémon Go Plus Pokémon Go Plus Prezzo: EUR 39,89

L'articolo Niantic rimborserà i partecipanti del primo Pokémon GO Fest proviene da Pokémon Millennium.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.