Questi sono 2 segni precoci della malattia di Parkinson

0

Il Parkinson è un disordine neurodegenerativo cronico che si stima essere la malattia grave più comune tra 20 anni. Una ricerca britannica inedita ha indicato 2 segni potenzialmente precoci della condizione.

Entro il 2040, questa sarà la malattia grave più comune. In meno di 20 anni, il morbo di Parkinson passerà da 7 milioni a 12 milioni di persone colpite in tutto il mondo, stima la Federazione spagnola del Parkinson, un disturbo neurodegenerativo cronico che colpisce 160.000 spagnoli.

Il tremore è uno dei sintomi motori più caratteristici di questa malattia . Tuttavia, ce ne sono altre non legate al movimento , che possono essere ancora più invalidanti. Questi includono depressione, disturbi del controllo degli impulsi e problemi cognitivi.

Ora un nuovo studio ha identificato 2 segni potenzialmente precoci della malattia di Parkinson. Questo è il più grande studio britannico fino ad oggi sull’argomento.

I ricercatori della Queen Mary University di Londra hanno voluto studiare le manifestazioni pre-diagnosi in una popolazione urbana il più possibile diversificata.

Le caratteristiche iniziali della malattia di Parkinson sono state descritte da studi basati
su popolazioni che sovrarappresentano gruppi bianchi benestanti e potrebbero non essere generalizzabili ad altri, come evidenziato dagli autori del rapporto pubblicato su JAMA Neurology.

Per questo caso, il team ha utilizzato le cartelle cliniche elettroniche di più di un milione di persone che vivevano nella zona est di Londra tra il 1990 e il 2018 per indagare i segni precoci della malattia e i possibili fattori di rischio.

L’80% dei pazienti inclusi nello studio provenivano da famiglie a basso reddito e fino al 45% della popolazione della zona apparteneva a minoranze etniche.

L’analisi ha scoperto che alcuni sintomi strettamente associati alla condizione, come il tremore e i problemi di memoria, possono verificarsi fino a 10 e 5 anni prima della diagnosi, rispettivamente.

Inoltre, i ricercatori hanno anche trovato due nuovi segni della malattia di Parkinson, la perdita dell’udito e l’epilessia, che finora non erano stati ben descritti.

Mentre la ricerca precedente ha accennato all’associazione, come l’epilessia è più comune nei pazienti di Parkinson che nella popolazione generale, più ricerca è ora necessaria per comprendere appieno la relazione,”ha commentato Cristina Simonet, un neurologo e dottorando presso la Queen Mary University of London che è stato coinvolto nello studio.

È importante che i medici di assistenza primaria siano consapevoli di questi collegamenti e capire quanto presto i sintomi del Parkinson possono apparire, in modo che i pazienti possono ottenere una diagnosi tempestiva e i medici possono agire presto per aiutare a gestire la malattia“, aggiunge.

Tra gli altri risultati importanti, l’ipertensione e il diabete di tipo 2 sono stati associati ad un aumento del rischio di sviluppare il morbo di Parkinson nella zona est di Londra; un’associazione più forte è stata trovata anche tra i problemi di memoria in questo gruppo che precedentemente osservati.

Questo articolo è stato pubblicato su Business Insider Spagna da Cristina Fernandez Esteban.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.