James Gunn pensava che John Cena potesse “andare più a fondo” come attore

0

James Gunn sentiva che John Cena era una “risorsa non sfruttata per la recitazione”.

Il produttore di ‘Peacemaker’ Peter Safran ha affermato che il creatore dello show Gunn era sicuro che il 44enne pro wrestler Cena – che ha interpretato il personaggio titolare nel film del 2021 ‘The Suicide Squad’ – sarebbe stato in grado di “andare più a fondo” come attore portando il supereroe Christopher Smith/Peacemaker dal grande al piccolo schermo per la serie di HBO Max.

Safran ha detto alla rivista SFX: “Sapevo che James voleva raccontare quella storia e che voleva davvero andare in profondità con John su quel personaggio.

“E quando guardi la serie, ti rendi conto che suo padre era tanto cattivo quanto lo era quello di Bloodsport – e per certi versi, molto peggio. Quello era solo un piccolo uovo di Pasqua, e tutto viene spacchettato nella serie.

“Penso che abbia sentito che con John c’era una vera e propria risorsa non sfruttata per la recitazione, e che le persone saranno molto sorprese di vedere quanto in profondità può andare John.

“Sapevamo che poteva andare lì, e c’è un vero piacere nel portare questo ad un pubblico più ampio.”

Safran ha anche rivelato che i capi della HBO non hanno istruito il team di ‘Peacemaker’ a cambiare molto sugli episodi prima che gli fosse dato il via libera, e crede che questo sia dovuto al fatto che Gunn ha scritto tutti gli otto episodi da solo.

Ha aggiunto: “Avremmo consegnato ogni episodio e letteralmente [executives] lo avremmo chiamato per dire, ‘Ragazzi, ci è piaciuto molto’ Non c’erano molte note – il che penso sia insolito, perché la qualità degli show della HBO in passato è così incredibilmente alta.

“James conosceva lo show che voleva fare, e poiché stava scrivendo tutti gli otto episodi, era tutto frutto del cervello di James Gunn”

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.