Metal Gear Solid – Gli stealth iniziano qui

0
Ciao ragazzi e bentornati in un nuovo articolo della rubrica retrogame, oggi vediamo Metal Gear Solid, titolo uscito nel 1998 che ha fatto conoscere in tutto il mondo la spia Snake, venite a dare un’occhiata.

Metal Gear Solid

Ciao a tutti e bentornati in un nuovo articolo della rubrica retrogame, in questa occasione andiamo a vedere Metal Gear Solid, gioco uscito nel lontano 1998 che ha fatto sognare la maggior parte dei videogiocatori di quegli anni, fra cui il sottoscritto. Andiamolo a riscoprire.

Metal Gear Solid, pubblicato da Konami, sviluppato dalla Konami KCEJ inizialmente per PlayStation e lanciato il 26 febbraio in Europa, poi adattato anche per il PC ( per il sistema operativo Windows ), PSP e PS Vita a partire dal 19 novembre del 2009, è il terzo capitolo della serie, ma fu il primo ad avere un notevole successo.

Affrontiamo la trama per i ragazzi più giovani che non hanno avuto la possibilità di giocarlo, ambientato nel 1998 nel mare di Bering, interpreteremmo Solid Snake che viene prelevato con la forza dalla sua casa in Alaska e spedito sull’isola di Shadow Moses nel gruppo delle isole Fox, sempre in Alaska.

La sua missione è impedire che il gruppo della FOXHOUND possa lanciare delle testate nucleari sul suolo statunitense se non avranno il corpo di Big Boss, il loro precedente comandante, e un riscatto in denaro, oltre a ciò deve salvare la vita a due ostaggi, Kenneth Baker presidente dell’ArmsTech e Donald Anderson, direttore della DARPA.

eurogamer-81sdf5Metal Gear Solid è considerato il capostipite del genere stealth, perché il gameplay è pensato per essere il più furtivo possibile, ogni volta che veniamo avvistati scatterà l’allarme generale che non farà altro che chiamare sempre più soldati intenti ad ucciderci.

In caso succeda è quasi sempre meglio nascondersi per fare in modo che l’allarme cessi, ma i soldati della zona continueranno a cercarci e dovremmo avere pazienza finché le cose non ritornino tranquille.

Il gioco è un TPS, ovvero un third person shooter, o sparatutto in terza persona, l’equipaggiamento è alla base del gioco ed è estremamente vasto, a sinistra abbiamo le armi, selezionando un taso del controller o della tastiera verrà fuori un elenco di tutte le armi che possiamo utilizzare (con rispettive munizioni per quell’arma), dalla parte destra invece il resto dell’attrezzatura come le carte di sicurezza, razioni, granate di vario tipo e altre chicche.

Ci sono tantissimi boss da sconfiggere e molti dei quali sono entrati nella storia, da Sniper Wolf il cecchino donna della FOXHOUND, Psycho Mantis il russo che ha la capacità di leggere nella mente delle persone, Revolver Ocelot che è un pistolero tanto pazzo quanto doppiogiochista (capirete il motivo se giocherete a Metal Gear Solid 3: Snake Eater) e infine il fratello gemello di Solid, ovvero Liquid Snake che incontreremmo in diverse occasioni nel gioco.

Una delle perle di questo gioco è il famoso “codec“, non è altro che una radio estremamente piccola da poter stare all’interno dell’orecchio e non essere vista, in ogni occasione possiamo fermarci e chiamare i nostri compagni, il Colonnello Campbell per avere nuove informazioni, oppure all’esperta delle comunicazioni Mei Ling per salvare la partita, per fare due esempi.

Metal Gear SolidUn’altra novità è il “radar soliton“, per la prima volta si sperimentava il radar per stare attenti a dove si muovevano i nemici, in più da come potete notare nell’immagine, ogni nemico e telecamera di sorveglianza ha un campo visivo lungo un tot di metri, questo gli consente di poterci vedere, attaccare e dare l’allarme a tutto il personale.

Le ultime due notizie, la prima è che in questo titolo è l’unico Metal Gear di tutta la serie ad essere doppiato interamente in italiano, tutti i successori, partendo da Metal Gear Solid Sons of the Liberty, sono in lingua inglese e sottotitolato in italiano.

L’ultima notizia è che una casa di distribuzione indipendente cinematografica italiana, di nome “Hive Division“, ha prodotto e girato un film su Metal Gear intitolato “Metal Gear Solid: Philantropy“, che racconta gli avvenimenti successivi del gioco, sottolineiamo che questo non è un prodotto ufficiale della serie.

Detto questo vi lascio, spero che l’articolo sia stato di vostro gradimento e vi invito a seguirci sulla pagina Facebook che siamo molto attivi e postiamo i nostri articoli, vi auguro una buona giornata/serata asseconda di quando leggiate l’articolo, a presto.

Da Jackbikers.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.