HomeFilmJames Gunn ha usato lo speciale natalizio come "cavallo di Troia" per...

James Gunn ha usato lo speciale natalizio come “cavallo di Troia” per Guards of the Galaxy Vol 3

NOTIZIA

27 novembre 2022

Edicola

James Gunn ha usato “Guardians of the Galaxy Holiday Special” come un “cavallo di Troia” per introdurre alcuni elementi del prossimo terzo film della serie.

Lo speciale natalizio di 40 minuti presenta l’offerta di Drax (Dave Bautista) e Mantis (Pom Klementieff) di aiutare Peter Quill (Chris Pratt) a riscoprire il suo amore per le festività natalizie, ma il regista ha ammesso che il lungometraggio Disney+ ha fatto risparmiare un po’ di tempo impostare vari punti della trama per l’imminente Guardiani della Galassia Vol. 3′, la cui uscita è prevista per maggio 2023.

Ha detto a Deadline: “Ho usato lo speciale natalizio come un’opportunità per introdurre alcuni elementi in ‘Guardiani della Galassia’, quindi non ho dovuto spiegarli all’inizio del ‘Volume 3’. Era un cavallo di Troia.

“Non devo parlare di dove sono arrivati [the new Guardians HQ] Da nessuna parte, o Cosmo in giro da nessuna parte.

“Penso che ora tu capisca quale sia il ruolo di Nebula nel gruppo: è una leader in una certa misura.

“Vediamo tutti questi cambiamenti dall’ultima volta che li abbiamo visti”.

Lo speciale è stato girato contemporaneamente al terzo film, che James ha ammesso essere “folle” perché hanno toni così diversi.

Egli ha detto: “[It was] un’esperienza folle perché Vol. 3 è un film serio, tratta della vita emotiva di questi personaggi.

“[Vol. 3] contiene molta pesantezza. Quindi girarlo per alcuni giorni e poi girare questa cosa stupida – questi erano come i miei giorni di ricreazione.

Il regista 56enne ha anche anticipato alcune delle cose che i fan possono aspettarsi dal terzo film.

Ha detto: “Quando vedrai ‘Guardians 3’, vedrai, sì, c’è un cattivo, ma non si tratta di questo.

“Riguarda questa famiglia di reietti che si sono trovati l’un l’altro, e sono arrivati ​​ad amarsi, e insieme al sostegno reciproco, forse sono arrivati ​​ad accettare chi sono perché tutti odiano se stessi, ed è proprio questo il viaggio di.”

RELATED ARTICLES

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.