Tom Holland pensa che Spider-Man: No Way Home sia un film perfetto

0

Tom Holland non “cambierebbe un solo momento” di ‘Spider-Man: No Way Home’.

L’attore 25enne ha ripreso il suo ruolo di Peter Parker/Spider-Man per la conclusione dell’ultima trilogia del blockbuster – che ha incassato più di 1 miliardo di dollari in tutto il mondo – e dice che interpretare l’eroe che salta la tela è stata una delle migliori esperienze della sua vita.

Tom ha detto a Marvel.com: “Onestamente, essere Spider-Man ha cambiato la mia vita. È stato incredibile. Le montagne russe dal momento in cui sono salito al momento in cui siamo scesi sono state assolutamente incredibili”

La star ha aggiunto che il nuovo film celebra “tre generazioni” di film di Spider-Man, risalendo alla trilogia di Sam Raimi negli anni 2000.

Tom ha detto: “Questo film è davvero una celebrazione di tre generazioni di cinema. Sono stato felice di essere al timone e di essere il capitano della nave, il che è stato fantastico. È stato incredibile. Onestamente è stata la cosa migliore che mi sia mai capitata”

Il blockbuster di Spider-Man è diventato il film di maggior successo post-pandemia e Tom ha persino suggerito che dovrebbe essere considerato per il riconoscimento dell’Oscar per la sua performance nel film.

La star di ‘Dolittle’ ha detto: “So che amo questo personaggio, e sarei triste di dire addio.

“Ma ho realizzato praticamente tutto quello che ho sempre voluto realizzare come questo personaggio, penso davvero che vincerò l’Oscar per questo film. Quindi ecco, è fantastico”

I boss della Marvel e della Sony vogliono che Tom reciti in un’altra trilogia di Spider-Man e il regista Joe Russo sostiene che l’attore ha assunto il ruolo di “anima” del Marvel Cinematic Universe (MCU).

Il regista di ‘Avengers: Endgame’ ha detto: “Il motivo per cui lo abbiamo scritturato è perché era un attore davvero dinamico e carismatico. Ha catturato l’essenza di Peter Parker per noi, quella versione giovanile, divertente, sarcastica, affascinante, vulnerabile, di Peter Parker che ho conosciuto crescendo e leggendo i fumetti.

“Quindi, l’ho detto non molto tempo fa, ma sento davvero che lui ha preso il mantello come una sorta di anima dell’universo Marvel, il nucleo emotivo di esso. Il pubblico ne ha passate tante con questo personaggio. Penso che si sentano molto legati emotivamente al suo personaggio ed eccoci qui in un gigantesco, climatico, film per la serie Home.”

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.