Nuove curiosità su Metro Exodus

0

Contents

  1. Metro Exodus: Quello che c’è da sapere

Attraverso la nota rivista Game Informer, siamo venuti a conoscenza di nuove e interessanti novità per Metro Exodus, il quale vi ricordiamo che sarà disponibile entro la fine dell’anno su PC, PS4 e Xbox One.

Metro Exodus: Quello che c’è da sapere

Addio alle Metro

Anche se il nome della serie resta invariato, in Exodus non ci troveremo più a girovagare per le metro di Mosca, ma avremo la possibilità di esplorare l’ambiente esterno, il quale ci propone un clima dinamico e scenari mozzafiato. Nel gioco vestiremo i panni di Artyom e potremo imbatterci in nuove e pericolose fazioni nemiche oltre che mostri e sopravvissuti con i quali interagire.

Esplorando un mondo che non è open

Che Metro Exodus sia più vasto dei precedenti capitoli non vi sono dubbi, purtroppo però non ci troveremo di fronte un Open World, in quanto gli scenari sono composti da aree sandbox di grandi dimensioni, una volta completate tutte le attività passeremo alla successiva, senza la possibilità di tornare in quelle precedenti.

Addio alle munizioni valuta

Nei precedenti capitoli, le munizioni venivano utilizzate anche come denaro per acquistare armi, potenziarle ed oggetti utili allo scopo, inutile dire che ciò ci portava a tenere sempre sotto controllo il numero di proiettili. In Exodus l’economia avviene tramite lo scambio di oggetti di scarto (Fallout vi dice nulla?), esplorando il mondo di gioco è possibile raccogliere due tipologie di risorse, l’una per gli scambi commerciali e l’altra per la fabbricazione di strumenti adatti allo scopo.

Miglioramenti per i combattimenti

Exodus ci consente nuovamente di scegliere il tipo di approccio da utilizzare ma con maggiori opzioni a disposizione. Abbiamo libertà di decidere se uccidere i nemici o abbatterli senza eliminarli, allo scopo di stordirli. Le animazioni dei nemici cambiano a seconda dell’arma utilizzata, inoltre il gioco tiene traccia delle nostre azioni allo scopo di mutare il corso dello stesso.

Hub in movimento

La nostra base operativa non è più una delle tante metropolitane di Mosca ma è il treno stesso, nel quale ci ritroveremo spesso per spostarci da una zona e l’altra. Il treno è dinamico e cambia a seconda del numero di carrozze aggiunte, offrendoci sempre nuove attività da svolgere.

I veicoli

In Metro Exodus ci viene data la possibilità di salire a bordo di svariati veicoli, uno di questi è un’imbarcazione, utile per affrontare le sessioni in acqua.

La storia in un anno

A differenza dei precedenti capitoli, la trama di Exodus si espande per un’intero anno, permettendoci di assistere al passaggio delle varie stagioni.

Modulazione maggiorata per le armi

Abbiamo finalmente la possibilità di smontare le armi trovate, allo scopo di utilizzare le parti per migliorare quelle in nostro possesso. Le armi possono sporcarsi ed usurarsi, per tanto c’è bisogno di fare della manutenzione di tanto in tanto.

Escursioni

Oltre la modalità Storia, sono presenti delle attività secondarie da completare, le quali naturalmente sono opzionali, possono essere ottenute parlando con i vari personaggi o esplorando le singole aree del gioco.

Fazioni isolate

Le fazioni sono più isolate rispetto i precedenti capitoli e differenti tra di loro, a seconda delle nostre azioni potremo stringere amicizie o meno con ogni singola fazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.