​È ora che i creatori di giochi inizino a vedere il mondo in due colori

0

Ciao! Benvenuti nella nostra serie in corso sull’accessibilità nei giochi. Oggi Edward Hawkes dà un’occhiata ai giochi e al daltonismo.

In un lontano passato, i nostri antenati si trasferirono sulle cime degli alberi e decisero che la frutta era abbastanza delizioso. Prima di allora, non eravamo pignoli. Successivamente, la frutta era in cima al menu. E così abbiamo sviluppato la visione a tre colori per distinguere i frutti acerbi da quelli molto maturi. Oppure, questa è una teoria. In verità, non sappiamo con certezza cosa abbia causato il cambiamento della nostra visione dei colori nel profondo passato. Ma per qualsiasi motivo, sebbene la maggior parte dei mammiferi veda il mondo in due colori, la maggior parte degli umani vede il mondo in tre. Si chiama tricromia.

Ora, so cosa stai pensando. Ci sono più di tre colori. Riccardo di York ha vinto la battaglia invano per questo. Bene, tieni i tuoi cavalli, perché il povero Richard non ha vinto la battaglia invano invano. Ci sono molti, molti colori, ma, per la maggior parte degli umani, questi sono tutti mix di rosso, verde e blu. I tricromatici hanno tre recettori di colore, chiamati “coni”, nella parte posteriore dei loro occhi, e tutti i colori dell’arcobaleno sono costruiti da questi tre elementi costitutivi di base. Diverse proporzioni di rosso, verde e blu possono creare quasi tutti i colori. E quelli di voi con una visione a tre colori possono provarlo da soli usando il color twiddler in Microsoft Paint.

Tuttavia, mentre la maggior parte delle persone ha tre coni di colore perfettamente funzionanti, non tutti di noi lo facciamo. Alcuni di noi hanno anomalie con l’uno o l’altro cono che rendono più difficili da vedere alcuni colori. Si chiama ‘tricromia anomala’. E alcuni di noi hanno solo due coni, chiamati ‘dicromia’. Queste condizioni sono più colloquialmente chiamate ‘daltonismo’.

Different_kinds_of_colour_blindness

Da sinistra a destra: visione a tre colori (tricromazia), cecità al verde (deuteranopia), cecità al rosso (protanopia) e cecità al blu (tritanopia).

Prima che i tricromatici inizino a sentirti compiaciuto del tuo cono in più, vale la pena ricordare che molti animali ne hanno più di tre. La maggior parte degli uccelli sono tetracromatici – coni a quattro colori – e le loro vite sono una perpetua discoteca ultravioletta. In confronto, tutti gli esseri umani sono tecnicamente daltonici. Ma alcuni di noi sono più daltonici di altri.

Il daltonismo umano ha diversi gusti. Il più comune è il daltonismo rosso-verde. In effetti, si tratta di due condizioni diverse: “cecità verde” (deuteranopia) e “cecità rossa” (protanopia). Ma entrambi hanno esiti simili: diventa difficile o impossibile distinguere i rossi, i verdi e i marroni. E difficile, inoltre, distinguere blu, viola e rosa scuro. Esistono anche altri tipi di daltonismo. C’è cecità blu, che è proprio come sembra. E alcune persone vedono il mondo in bianco e nero. Ma questi sono più rari.

Tuttavia, mentre alcuni tipi di daltonismo potrebbero essere rari, il daltonismo in sé in realtà non lo è. Quasi l’otto (otto!) percento delle persone con un cromosoma Y ha una qualche forma di daltonismo. Se conosci più di tredici uomini, probabilmente uno di loro è daltonico. È meno comune nelle persone con due cromosomi X, ma è ancora circa uno su duecento. Circa trenta milioni di persone nella sola Europa sono daltoniche. È cinque volte la popolazione dell’Irlanda.

Dato che è così comune, ti aspetteresti che i giocatori daltonici potrebbero essere ben soddisfatti. E, per essere onesti, molti giochi hanno opzioni daltoniche. Ma troppi giochi continuano a sbagliare. A volte clamorosamente sbagliato.

Mr_Driller_Drill_Land_screenshot

La riedizione di Mr Driller Drill Land ha aggiornato la grafica in HD, rifatto i filmati e ribilanciato la difficoltà, ma nessuna modalità daltonica. Ecco come appare con la cecità rossa. Ci sono quattro diversi blocchi colorati in questa immagine. Riesci a distinguerli tutti?

Il problema è che i colori non solo rendono le cose belle, sono anche intuitivi e immediati. Quindi i game designer spesso si affidano al colore per comunicare informazioni critiche per il gameplay. È utile. Ma quando i designer hanno scelto i colori sbagliati, i giochi diventano irrimediabilmente poco intuitivi per i giocatori daltonici.

Succede spesso. I gusci rossi e verdi di Mario Kart sono iconici. Il guscio rosso è un missile a ricerca, il verde spara dritto. Ma, ovviamente, se sei daltonico al rosso-verde, sembrano identici. Le erbe rosse, verdi e blu di Resident Evil possono essere mescolate in potenti combinazioni, il che è abbastanza difficile quando non riesci a distinguerle.

Le combinazioni di colori sbagliate rendono ingiocabili alcuni giochi. È un grosso problema per i puzzle. Se sei daltonico al rosso-verde e vuoi giocare qualche round del classico Puyo Puyo, brutte notizie! I Puyo verdi e gialli hanno lo stesso aspetto. Vuoi evitare di essere schiacciato nel remaster di Mr Driller Drill Land ? Gli indistinguibili blocchi verdi e gialli sono qui per rovinarti la giornata.

Il problema non sono solo i vecchi giochi oi piccoli team di sviluppo. Hearthstone è il sesto gioco più visto di tutti i tempi su Twitch e ha recentemente rilasciato una nuova modalità RPG simile a Pokémon, Mercenaries, che ha un sistema di digitazione sasso-carta-forbici. I lanciatori battono i protettori, i protettori battono i combattenti e i combattenti battono i lanciatori. Ma questi sono codificati in rosso, verde e blu. E poiché non ci sono opzioni per daltonici, i giocatori daltonici devono strizzare gli occhi per vedere il piccolo segnale dell’interfaccia utente, memorizzare la classe di ogni singolo personaggio o semplicemente giocare un gioco diverso.

E i problemi di codifica a colori sono solo la punta dell’iceberg. Alcune tavolozze di colori possono far fondere i caratteri in primo piano con lo sfondo. Prova a giocare a FIFA quando le divise sono dello stesso colore del campo. Altri giochi, in particolare le strategie in tempo reale, usano spesso così tanti colori sullo schermo che l’azione diventa un enorme pasticcio non interpretabile.

Ora, per essere onesti, il daltonismo è difficile da capire se hai una visione a tre colori. Conoscere l’argomento significa navigare in una fitta giungla di termini come “protanomalia” e “cellule coniche retiniche”. Non possiamo aspettarci che i game designer memorizzino mantra come “i deuteranopi non riescono a distinguere il blu e il viola”. Ma ecco la cosa. Non devono. C’è una miriade di strumenti gratuiti che fanno il duro lavoro per te. Questo strumento ti consente di scegliere una bella tavolozza di colori RGB e ti dirà se è adatto ai daltonici. Se vuoi fare un ulteriore passo avanti, c’è un software gratuito che, con un clic di un pulsante, mostra qualsiasi cosa sullo schermo come la vede una persona daltonica. Le suite di sviluppo di giochi come Unity e Unreal hanno anche componenti aggiuntivi di simulazione daltonici che ti consentono di vedere i tuoi giochi in tempo reale come fa una persona daltonica. E, se tutto ciò fallisce, di solito puoi semplicemente chiedere aiuto a una persona daltonica.

Anche se abbiamo molta strada da fare, si stanno facendo progressi. The Outer Worlds non ha modalità daltonici perché il gioco lo era progettato fin dall’inizio per essere adatto ai daltonici. Sempre più giochi ogni anno hanno preimpostazioni daltoniche con un clic. Alcuni giochi, come Audiosurf, consentono persino ai giocatori di scegliere i singoli colori dell’interfaccia utente in modo che i giocatori con tipi più rari di daltonismo possano trovare le proprie soluzioni. Altri titoli mostrano informazioni di gioco con motivi, trame e simboli. Bejeweled è un ottimo esempio. Sebbene utilizzi un arcobaleno di colori, poiché ogni gioiello ha anche una forma diversa, è completamente riproducibile in bianco e nero. Anche Into the Breach e FTL sono fantastici in questo. E la leggibilità extra non solo aiuta i giocatori daltonici, ma rende il gioco più intuitivo per tutti.

The Outer Worlds è stato progettato fin dall’inizio per essere adatto ai daltonici.

Tuttavia, mentre ci stiamo muovendo nella giusta direzione, ci sono ancora degli ostacoli. Puyo-puyo Tetris 2, ad esempio, alla fine ha ottenuto un aggiornamento daltonico. Ma questo è avvenuto due mesi dopo il lancio, quando molti avevano smesso di giocare e gli altri giocatori erano veterani temprati dalla battaglia. Overwatch ha introdotto eccellenti opzioni di personalizzazione del colore nel 2018, con il pieno controllo degli indicatori di colore dell’interfaccia utente. Ma i giocatori hanno dovuto sopportare due anni interi senza di loro. Fin dall’inizio dovrebbero esserci opzioni complete daltonici.

Perché? Beh, in parte è solo cortesia. È fastidioso quando ti perdi il divertimento perché qualcuno nel team dell’interfaccia utente non ha pensato al futuro. Se mai gli uccelli iniziassero a creare giochi di puzzle tetracromatici, ci sentiremmo tutti allo stesso modo. Ma più di questo, è solo un buon affare. Sono sicuro che ci sono diversi motivi per cui Hearthstone Mercenaries non è esattamente fiorente. Ma progettare un gioco inaccessibile a circa l’8% della base di giocatori maschile non ha davvero aiutato. Si spera che le soluzioni arrivino. Ma potrebbero arrivare troppo tardi.

Quindi, se qualche sviluppatore sta leggendo questo, la prossima volta che ti imbarchi in un nuovo progetto, tira i freni per un momento e pensa attentamente al tuo colore tavolozza. Perché è facile da progettare per i giocatori daltonici, soprattutto se si inizia presto lo sviluppo, e c’è una pletora di risorse a portata di mano.

È ora di iniziare a vedere il mondo a due colori.

Supporterai Eurogamer?

Vogliamo rendere Eurogamer migliore, e questo significa migliore per i nostri lettori, non per gli algoritmi. Puoi aiutare! Diventa un sostenitore di Eurogamer e potrai visualizzare il sito completamente senza pubblicità, oltre ad avere accesso esclusivo ad articoli, podcast e conversazioni che ti avvicineranno alla squadra, alle storie e ai giochi che tutti amiamo. Gli abbonamenti partono da £ 3,99 / $ 4,99 al mese.

Sostienici

Per saperne di più

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.