Home | Serie TV | Dragon Ball Super | Intervista completa a Toyotarō

Intervista completa a Toyotarō

Toyotarō ha rilasciato un’intervista per Anime News Network. Ecco a voi la traduzione in italiano con tutti i segreti su Dragon Ball Super.

Sorpresa! Oggi vi riportiamo la nuova intervista a Toyotarō, il discepolo di Akira Toriyama che cura i disegni per Dragon Ball Super.

Questo documento proviene da Anime News Network e lo abbiamo tradotto all’italiano in modo da non farvi perdere nemmeno una parola delle sue dichiarazioni. Vuoi sapere cos’ha da raccontare Toyotarō?

Toyotarō Dragon Ball Super

Il manga di Dragon Ball Super è ora pubblicato anche in inglese. Come ti senti a formare parte di una serie riconosciuta in tutto il globo come Dragon Ball?

È incredibile lavorare a un’opera così colossale e internazionalmente conosciuta. Ha un enorme valore per i fan in tutto il mondo, quindi sento la responsabilità di creare qualcosa che non li deluda. È una cosa a cui penso ogni giorno.

Hai mai pensato di lavorare per Shueisha con il sequel ufficiale di Dragon Ball? Era quello l’obiettivo?

Realmente no. Semplicemente adoravo Dragon Ball. Non mi è mai importato dove venisse esposto il mio lavoro. Mi sono solo limitato a disegnare per interi anni.

Toyotarō Dragon Ball Super

Pare che tu abbia una relazione stretta con Akira Toriyama. Lui ti dà una bozza e tu realizzi dei cambiamenti. Qual è la parte più interessante di lavorare con lui?

Ogni mese realizzo uno storyboard (copione grafico) e lui fa la revisione. Poi mi dà consigli e suggerisce cambiamenti. Quando lavoro con Toriyama ci sono parti dove mi dà le indicazioni necessarie per iniziare, dato che è molto preciso con alcune cose e me le indica in modo da correggerle.

Quando mi corregge, penso: “accidenti, immagino di non comprendere in pieno il modo in cui vede le cose”. Quindi le sue correzioni e valutazioni sono incredibilmente precise e utili. È divertente essere capace di avvicinarmi al suo modo di pensare.

Qual è la parte che più ti ha sorpreso lavorando con lui?

In primo luogo, per essere onesti… Mi sorprende che io gli sembri la persona adeguata per continuare il suo lavoro! D’altra parte, pensavo che Toriyama sarebbe stato più esigente con la storia… Ma in realtà… Si centra maggiormente sulle gag e i momenti comici! Lui adora quelle parti.

Ci sono dettagli specifici della sua arte che realmente ammiri e a cui fai riferimento spesso?

Ho molto fiducia quando si tratta di riprodurre ciò che ha creato Toriyama, come i personaggi e le loro sottigliezze, ma per quanto riguarda i robot e i mecha… È una cosa che non ho mai cercato di imitare da lui, e mi sono reso conto che realmente dovrei studiare in quel campo.

Quando hai iniziato a leggere Dragon Ball?

Credo che è stato nella scuola primaria. Mi sono introdotto nel mondo di Toriyama con Dr. Slump e poi con Dragon Ball. Quindi è stato prima Dr Slump e poi l’anime di Dragon Ball e infine il manga. Ero un semplice studiante di primaria, quindi non ho un ricordo preciso di quel momento, ma era un’ossessione.

Avevi un personaggio preferito da piccolo?

Goku! E ancora è il numero 1.

E hai qualche personaggio preferito da disegnare?

La banda di Pilaf! Sono piccoli, possono muoverli a mio piacimento e le loro espressioni comiche sono davvero divertenti da disegnare.

Hai un po’ di libertà quando si tratta di suggerire cambiamenti alle bozze di Toriyama, quindi… Qual è il più grande cambiamento che hai fatto?

Fondamentalmente, non devio mai dalle linee argomentali che Toriyama ha deciso, rispettando una storia che va dal punto A al punto B. Però, per quanto riguarda i dettagli tra i due punti, ho libertà di completarli a modo mio.

Toyotarō Dragon Ball Super

La saga di Trunks in Dragon Ball Super arriverà presto negli Stati Uniti, e anche se il manga, l’anime e le idee di Toriyama arrivano tutte allo stesso punto, il manga e l’anime hanno due modi diversi di arrivare a quella conclusione, in ognuno è stato usato il punto di forza del mezzo, quindi spero che tutto il mondo abbia il piacere di paragonarli.

Le parti in cui realmente voglio l’attenzione dei miei fan e lettori sono le gag comiche, perché ho parecchia liberta per crearle.

C’è pressione per trovare l’equilibrio corretto tra i nuovi personaggi e i favoriti dai fan?

Beh, avete personaggi preferiti, e quelli sono i pilastri che non possono essere cambiati dato che tutto il mondo li ama. È realmente difficile creare nuovi personaggi che arrivino a quel livello!

Tra la ricezione della bozza e la fase finale, qual è la parte più difficile da realizzare nel manga?

Ciò che ricevo da Toriyama sono, letteralmente, parole scritte su un foglio, senza disegni o altro di simile. Quindi quando le leggo, devo completare ciò che manca coi dettagli necessari. Penso al tipo di espressioni che dovrebbero avere i personaggi o l’aspetto con cui appaiono quando dicono una determinata linea dei dialoghi. Molte volte, Toriyama non mi dà una valutazione specifica dei dettagli che aggiungo, quindi penso molto a questi aspetti, sapendo che la mia interpretazione è quella che vedranno i lettori.

Mi piacerebbe che Toriyama si sedesse di fianco a me per fargli domande in ogni momento, ma purtroppo non si può.

Se non stessi disegnando Dragon Ball Super e lavorassi a un manga originale, cosa faresti?

Non ho mai disegnato niente di originale, di veramente mio! Ho sempre disegnato spin-off di Dragon Ball. Forse qualche volta ho pensato di creare qualcosa di originale, ma abbandono sempre l’idea praticamente subito.

C’è qualche manga che t’ispira?

Solitamente mi ispiro di più ai film! La tecnica visiva di Toriyama si avvicina maggiormente a un film che all’aspetto di un manga, quindi mi piacciono i film d’azione casati su eroi semplici dove il bene combatte il male. Mi piacciono i film di Disney e Marvel. E adoro Pixar!

Tra tutte le gag del manga, qual è la tua preferita?

Nell’imminente storia di Trunks, c’è una parte in cui il tutore di Trunks spiega un punto importante della storia… E poi non posso rivelare altri dettagli. Quindi state attenti alla storia!

Toyotarō Dragon Ball Super

E così conclude l’intervista concessa da Toyotarō. Che ve ne pare? State attenti, dato che il mangaka ha rivelato che molto preso supererà la storia dell’anime, quindi… Bisognerà stare attenti alle sorprese che ha preparato per noi!

Via|MisionTokyo

About Aaron Cuesta

Giocatore incallito fin da tenera età. Sonaro, ma amante di ogni console, specialmente per quanto riguarda il retrogaming, infatti spende fortune in giochi vecchi ed i suoi amici lo scherniscono :'(

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*