Home | Editoriali | The Walking Dead 7, prima puntata [IMPRESSIONI]

The Walking Dead 7, prima puntata [IMPRESSIONI]

The Walking Dead è tornato con la sua nuova e 7 stagione, un inizio a dir poco impressionante e dai colpi di scena davvero incredibili, una nuova stagione che promette bene?

The Walking Dead 7, la nuova stagione della famosissima e mondiale serie tv è tornata ieri anche qui in italia, in contemporanea con gli stati uniti, solo qualche ora infatti ha separato l’uscita ufficiale nella sua patria con quella italiana.

the walking dead 7

Un inizio davvero sconvolgente quello di ieri per la nuova stagione di The Walking Dead 7, un attesa che per molti è stata sia un sospiro di sollievo, che un colpo basso arrivato così, come un fulmine a ciel sereno, quando tutto sembrava aver avuto una risposta.

UN INIZIO DA BRIVIDO!

The Walking Dead 7, prima puntata, ore 21, tutti collegati su FOX, telefoni spenti e qualsiasi distrazione eliminata.

Questa era più o meno l’atmosfera che si respirava ieri sera nelle case di tutti gli appassionati e i fan della serie, intenti a seguire e aspettare le risposte alla domanda che la puntata di fine stagione aveva lasciato in tutti noi.

Suspense e attesa sono stati gli elementi chiave della prima puntata, e un misto di crudeltà e pazzia invece il contorno e l’atmosfera che si respirava, un piccolo uomo impazzito che è riuscito a seminare panico in un gruppo di persone che noi tutti abbiamo imparato ad amare, tra perdite passate e “reclutamenti” inevitabili, crescite morali e fisiche, un gruppo che ora mai aveva imparato, fino a ieri, a cavarsela in tutte le situazioni, con astuzia e maestria, scavalcando anche piccoli errori e sviste.

Un gruppo di persone che è stato smontato da un uomo crudele e pazzo, che sicuramente alla viste delle sue gesta hanno fatto pensare a più di una persona, che in fondo, il governatore, non era così male.

L’attesa di una risposta, atta a colmare la domanda principale è durata svariati minuti, che a noi personalmente ci ha fatti snervare e impazzire, ma che quando si è rivelata ci ha anche fatto fare un sospiro di sollievo, infatti, senza nasconderci possiamo affermare tranquillamente che tra tutti i prigionieri, quello che è stato ucciso, ovvero Abraham, era quello che più non sopportavamo e non ci aveva in nessun modo fatto affezionare al suo personaggio da quando era entrato a far parte della storia.

UN SUSSEGUIRSI DI ATROCITÀ!

Nulla è dato per scontato e lo sappiamo, e con il senno di poi forse c’era da aspettarselo, che una persona come Negan, non fosse molto in sintonia con il proprio cervello.

Un rapimento psicologico degno del miglior psicopatico e serial killer è stato messo in atto nei confronti di Rick, che si è visto istigare come mai nessuno aveva fatto in passato nei suoi confronti, il Rick che noi tutti conoscevamo, nella puntata di ieri di The Walking Dead 7 non esisteva più.

In quelle sequenze, esisteva un Rick riconoscibile solo dalle espressioni e dalle emozioni, anche se quello che poi faceva non era assolutamente paragonabile al suo vero essere.

Una tattica o solo tanta paura per il nostro protagonista?

Abbiamo visto uno scenario davvero crudele che ci ha fatto venire il nervoso a noi che lo guardavamo, facendoci gridare e imprecare contro quel nuovo personaggio spietato dal nome Negan.

LE AZIONI HANNO SEMPRE DELLE CONSEGUENZE!

Cosa dire di quello che è successo dopo il viaggetto che Negan ha riservato a Rick a bordo del camper?

Dopo un susseguirsi di scene togli fiato, da quella nebbia fitta che faceva presagire il peggio per Rick, in mezzo a quelli zombie per recuperare l’ascia lanciata da Negan come fa un padrone con il proprio cane per giocare al gioco del riporto, alla suspense che si percepiva quando quella stessa ascia era a portata di mano del nostro leader che avrebbe potuto approfittarne per uccidere quello squilibrato, arriva il colpo di scena che tutti noi non avremmo voluto vedere.

Al ritorno nel bosco infatti, dove ancora attendevano in ginocchio, controllati dai servi di Negan, tutti i protagonisti della serie, è successo quello che non sarebbe mai dovuto succedere, ma che forse ci aspettavamo tutti, un solito e testardo quanto impulsivo Daril ha deciso di alzarsi e sferrare un punto a quel personaggio psicolabile.

Ci siamo ritrovati subito a non avere più salivazione dopo questo gesto, abbiamo subito iniziato a pensare al peggio per Dixon, non avrebbe dovuto farlo.

E invece?

Le conseguenze ci sono state eccome, ma non per Daril in prima persona.

QUELLO CHE NON CI ASPETTAVAMO!

Ecco la mazzata!

Ecco arrivare il colpo di scena, non potevamo crederci, anche se qualcuno già presagiva la sua scomparsa e la sua morte, proprio non aspettavamo fosse in quel momento, ma sopratutto in quel modo.

L’azione di Daril ha scatenato Negan che ha deciso così di sbollire la sua rabbia con la sua mazza, dandola dritta in testa a Glenn.

Una scena raccapricciante, una sofferenza infinita, un viso tumefatto e una morte orribile, ci ha lasciati tutti con l’amaro in bocca, facendoci chiedere:

E ora cosa succederà?

IN FINE E IN BREVE.

Quella di ieri è stata sicuramente una puntata piena e ben studiata, che ha però impressionato molto e sicuramente ha tolto qualcosa di importante dalla trama ma sopratutto ai fan.

Una puntata di The Walking Dead 7 che ha creato ancora altre domande nonostante avesse appena risposto alla più importante, Chi morirà?

Una regia a dir poco spettacolare e un ambientazione degna del miglio film horror/splatter mai realizzato.

Una puntata che ci farà sicuramente continuare a guardare il resto della stagione.

 

About Flavio De Fazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*